Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Ramo: “Siate arbitri dentro e fuori dal campo”

Nicola Pilleri - 13/09/2018, 09:00

Sezione di Cagliari
Lavoro, sacrificio, passione, tanta voglia di confrontarsi e migliorarsi, sono solo alcuni degli ingredienti che la Sezione di Cagliari mette sul banco sin dal 1932 e che ha rilanciato al Raduno precampionato, svoltosi nel Capoluogo il 9 e 10 settembre scorsi.

Il caldo che ancora ha interessato questa coda d'estate non ha fermato gli arbitri e tutto il gruppo dell’Organico Sezionale: la prima giornata si è aperta con i prescritti test atletici e, al termine, i due Organi Tecnici di Settore Giovanile e Juniores –Terza –Seconda Categoria, Corrado Pau e Giuseppe Urbano, hanno tenuto una lezione in campo incentrata sullo spostamento e posizionamento sulle riprese di gioco.

I lavori in aula sono stati introdotti dal Presidente di Sezione, Luigi Ramo, che nel suo discorso ha toccato molti aspetti fondamentali per la crescita dei giovani arbitri, tra i quali emergono: il modo di porsi con le varie componenti in campo e il rispetto che è giusto richiedere ma ancor più doveroso è mostrarlo nei confronti di tutti. Ramo ha proseguito con un commento sul lavoro svolto il giorno precedente e poi ha spostato il focus su quella che deve essere la vita associativa e di ogni singolo associato: “Un arbitro dev'essere tale dentro e fuori dal campo – dice il Presidente. – Il leitmotiv sono i cambiamenti, ora più che mai c’è bisogno di arbitri precisi che sappiano lavorare in sinergia”. Poi continua: “È importante il lavoro di squadra già a livello sezionale, un team compatto crea un futuro solido”.

La parola è quindi passata al Componente del Settore Tecnico Arbitrale, Domenico Picca, nonché associato della Sezione di Cagliari. Domenico ha illustrato la Circolare n. 1, una lezione frontale molto costruttiva, grazie anche al confronto tra arbitri, osservatori e Organi Tecnici. Domenico ha spronato tutti a fare sempre “un passo avanti nel cammino arbitrale”.
I lavori son proseguiti distinti per arbitri e osservatori, ognuno con l’organico di cui fa parte, per far in modo che ogni OT lavorasse in maniera specifica. Si è parlato di tecnica e tattica ma non è mancato il dibattito che è la base per rendere il lavoro uniforme.

Da segnalare la presenza di Giuseppe Collu, arbitro di Cagliari attualmente in organico CAN Pro, che raccontando con grande entusiasmo la sua esperienza da arbitro ha motivato i colleghi più giovani.

In copertina: l’organico OTS. In gallery: il Presidente Ramo; Ramo e Picca; gli OT: Giuseppe Urbano, Alice Bassu, Luigi Ramo, Corrado Pau e Antonio Carta; lavori sul terreno di giuoco.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente