Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

EBSL 2018: Italia Campione d’Europa, Matticoli fa 150

Andrea Passoni e Omar Ruberti - 12/09/2018, 09:30

Si è concluso l’Euro Beach Soccer League 2018 ospitato nella città di Alghero con un grande successo italiano. Trentadue in tutto le gare disputate e altrettante le designazioni disposte dall’Istruttore FIFA Michele Conti che si è detto soddisfatto delle prestazioni degli arbitri convocati in Sardegna.

Un nutirto pubblico ha affollato la beach arena di Alghero per partecipare alla gara finale del torneo nella quale si sono contese il titolo le nazionali di Spagna e Italia. Gli azzurri hanno prevalso sugli iberici con un il risultato di 9 a 8 dopo i tiri di rigore. Match combattuto, affidato alla direzione dei colleghi Pereira Almeida Antonio Joaquim (POR), Borisevics Eduards (LTV), Guenther Torsten (GER) e Utulu Amin Jude (MAL).

In questi quattro giorni di grande spettacolo non è mancato il sostegno ai nostri arbitri che dalla tribuna hanno ricevuto, seppur silenziosamente, il sostegno di tanti colleghi provenienti dalle varie sezioni sarde. C’è una gara da ricordare in particolar modo: Moldavia – Norvegia, 150esima competizione internazionale diretta da Gionni Matticoli, l’isernino premiato qualche giorno prima dalla FIGC nella categoria “Miglior Arbitro Beach Soccer Awards”, l’evento che ha celebrato i campioni del beach soccer italiano dopo i primi quindici anni di attività.

Anche Alfredo Pavone, l’altro italiano convocato ad Alghero, torna a casa ricco di nuove esperienze. L’internazionale liviense, nell’elenco FIFA dal 2017, ha già collezionato 22 presenze che vanno ad aggiungersi alle 14 dell’ultima stagione di campionato.

“Sono stati quattro giorni di grande Beach Soccer – ha detto entusiasta Michele Conti, Componente Nazionale in veste di istruttore FIFA all’EBSL2018 – con partite emozionanti ed equlibrate. Su 32 gare ben 18 sono finite con un solo goal di scato, oppure ai supplementari o ai rigori. A rendere il tutto ancora più bello lo splendido panorame che si poteva ammirare dalle tribuna anche grazie alla grande risposta del pubblico di Alghero. Solo in Portogallo avevo visto file così lunghe per entrare nello stadio! Per gli arbitri non è stato facile, ma anche in questa occasione hanno dimostrato le loro qualità, con importanti conferme da parte dei più esperti e una continua crescita dei più giovani, tra i quali si è messo in evidenza anche il nostro Pavone. Tutti i ragazzi vanno comunque elogiati anche per la professionalità che li ha visti impegnati sotto il sole cocente dalle 9 di mattina alle 8 di sera per poi concludere la giornata con un debriefing dopo cena. L'ultimo pensiero - conclude Conti – non può che andare a Gionni per le sue 150 gare internazionali che sono solo un passaggio verso altre importanti soddisfazioni che sicuramente si toglierà. È stato per me un grande onore e una grande emozione consegnargli il meritatissimo premio istituito dalla LND!”.

“Mi congratulo con la nazionale italiana di Beach Soccer per aver conquistato meritatamente il titolo europeo – ha commentato il Presidente dell’AIA Marcello Nicchi – segno di grande crescita di tutto il movimento e di attenzione da parte delle LND. Anche gli arbitri hanno fatto la loro parte e mi pare egregiamente: il ruolo di istruttore FIFA di Michele Conti e l’attività dei nostri quattro internazionali ne sono la più evidente manifestazione. Infine – ha aggiunto Nicchi – voglio congratularmi con Gionni Matticoli per il premio ottenuto quale miglior arbitro di questi quindici anni di CAN BS: una conferma dopo la finale di coppa del mondo e il traguardo delle 150 direzioni internazionali!”.

La Federazione Italiana Giuoco Calcio e la Lega Nazionale Dilettanti dimostrano, ancora una volta, come l’Italia sia l’avanguardia per molti eventi internazionali di alto calibro: ottima location e organizzazione perfetta per ricordare ancora una volta i 15 anni di Beach Soccer italiano.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente