Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Una serata speciale insieme al Presidente Marcello Nicchi

Davide Cavallaro - 10/08/2018, 08:00

Sezione di Rovigo
Serata conviviale e storica per la Sezione di Rovigo che pochi giorni fa si è ritrovata presso il ristorante "Da Marco" a Stanghella per festeggiare insieme a tutti i suoi associati quella che si può definire la Stagione dei record. Per la prima volta la Sezione, presieduta da Tiziano Pilati, potrà schierare sui terreni di giuoco un proprio rappresentante in tutte le Commissioni Nazionali. Questo risultato è stato raggiunto per merito di Mauro Galetto, assistente neopromosso alla CAN A con all'attivo già 3 presenze nella massima serie, Luigi Rossi confermato assistente alla CAN B, il neopromosso assistente in CAN PRO Nicola Tinello, l'arbitro Alessandro Munerati in CAN D, l'arbitro Luca Selvatici alla CAI, e infine con la conferma nella massima serie del Calcio a 5 di Michele Ronca.
Ospite d'onore della cena dei fischietti polesani è stato il Presidente dell’AIA Marcello Nicchi, chiamato assieme al Presidente regionale Dino Tommasi ed al Componente del Comitato Nazionale Giancarlo Perinello, in un parterre che vedeva la partecipazione di molti rappresentanti dell'Associazione a livello nazionale e regionale, il delegato provinciale FIGC Luca Pastorello e molte cariche politiche come il vicesindaco di Rovigo ed assessore allo sport Andrea Bimbatti, l'assessore regionale Cristiano Corazzari, i sindaci di Stienta Enrico Ferrarese e di Stanghella Sandro Moscardi.
Il Presidente Nicchi durante il suo intervento si è soffermato su alcuni punti importanti: "Quando ho ricevuto l'invito del Presidente Pilati ho subito segnato l'appuntamento in agenda e ho detto che ci sarei stato per dimostrare la vicinanza di tutto il movimento. E' un'AIA ritrovata, che cresce moltissimo e che si sta preparando a ripartire con certezze ed entusiasmo. Rimarco ancora purtroppo l'assenza delle istituzioni federali che da tempo ormai non sono al completo, ma il mondo arbitrale si presenta compatto e a grandi livelli comportamentali, regolamentari e tecnici. Il Veneto, in poco tempo, ha imboccato la strada per tornare ai fasti di sempre ed è stato anche l'anno delle donne".
La serata è andata verso la sua conclusione con le premiazioni di Mauro Galetto effettuata dallo stesso Nicchi con una targa che evidenzia l'approdo nell'olimpo del calcio italiano, Nicola Tinello per la sua promozione alla CAN PRO, Alessandro Dallagà omaggiato dalla Federazione provinciale e la premiazione del Presidente Pilati e del vice Presidente Giuliano Govoni (osservatore CAN B) effettuata dal sindaco di Stanghella Sandro Moscardi.
Tutti i presenti in sala hanno sottolineato la figura fondamentale che ricopre l'arbitro, simbolo di lealtà, rigore, disciplina, rispetto delle regole ed educazione, in una regione con 18 Sezioni, tra cui quella di Rovigo proiettata sempre di più verso un roseo futuro.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente