Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

A Sportilia la visita del Presidente Marcello Nicchi al raduno CAN B

Chiara Perona - 03/08/2018, 22:30

Il terzo giorno di raduno della squadra CANB è stato caratterizzato dalla visita del Presidente dell’AIA Marcello Nicchi. Con grande carica e la consueta energia, ha spronato la squadra CAN B a dare il massimo, nella consapevolezza che la compattezza del gruppo riveste fondamentale importanza, anche e soprattutto in una Commissione che designa un Campionato importante come la Serie B: “Create feeling con i vostri colleghi e con la vostra Commissione, i problemi si risolvono se si è insieme, se si fa gruppo l’uno al fianco dell’altro. L’AIA è un’associazione libera e trasparente, date il massimo per raggiungere la vetta, ma siate attenti ai comportamenti: anche nei momenti di difficoltà, siate sempre rispettosi del gruppo”.
I lavori per arbitri ed assistenti in organico avevano avuto inizio di buon mattino, con il consueto allenamento sul campo, come sempre strutturato per consentire un lavoro differenziato in base alle esigenze specifiche di ciascun ruolo. In seguito, al rientro in aula, il Responsabile Mimì Morganti, con l’ausilio dei Componenti della Commissione Christian Brighi e Riccardo Di Fiore, ha posto il focus sulla preparazione della gara, dalla cui efficacia deriva in gran parte il successo della prestazione.
“L’arbitro detiene la responsabilità nell’organizzazione della sua squadra” ha detto Morganti ai suoi ragazzi “il briefing deve essere inteso come lo strumento di condivisione delle informazioni, di conoscenza dell’ambiente che si andrà ad incontrare e delle tattiche dei team. Un briefing efficace, con il giusto timing, effettuato nel pre-partenza gara è l’elemento di collegamento verso il match, che aiuta a trovare la giusta concentrazione e favorisce il controllo dell’emozione”.
La mattinata è proseguita con la visione di numerose clip video, nelle quali sono stati evidenziati svariati episodi riferiti a gare dello scorso campionato di Serie B: una casistica variegata ed eterogenea di eventi, volta a conferire la miglior chiave di lettura alle quaterne che scenderanno in campo nel corso della stagione.
Anche il pomeriggio è stato caratterizzato da un momento di rifinitura atletica e dall’approfondimento di tematiche tecniche in aula, sempre con la consueta metodologia del match analysis, con un approccio orientato alla partecipazione alla condivisione per il raggiungimento della migliore uniformità.
In serata, dopo la seconda sessione atletica sul campo, è stato quindi il momento, molto atteso, dell’arrivo del Presidente dell’AIA Marcello Nicchi, sempre presente nei raduni precampionato delle diverse commissioni nazionali. La serata è poi proseguita con la cena ed un momento di svago ed auspici verso gli associati al primo anno, che – nel corso di questo raduno – hanno avuto il primo contatto diretto con il nuovo Organo Tecnico.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente