Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Concluso a Sportilia il raduno precampionato della CAN PRO

Simona Tirelli - 26/07/2018, 23:11

Si chiude oggi il raduno pre-campionato della CAN PRO per la stagione sportiva 2018/2019.
I cinque giorni di stage di Sportilia hanno visto un ampio coinvolgimento degli arbitri e degli assistenti sia nelle numerose riunioni nella Sala dedicata a Stefano Farina, sia sui due campi con i preparatori atletici.
Basilare è stato il prezioso apporto del Settore Tecnico nella spiegazione della Circolare n°1 e parallelamente l’accettazione da parte del Responsabile della commissione di Danilo Giannoccaro nello sperimentare la nuova formula di effettuazione elettronica dei quesiti regolamentari
La preparazione atletica e fisica degli arbitri e degli assistenti è stata un punto fondamentale, per arrivare preparati fin dalla prossima domenica a scendere in campo nelle amichevoli estive e del primo turno di Coppa Italia. Preparazione atletica, che è stata testimoniata anche oggi con l’effettuazione dell’Ariet Test da parte del secondo turno degli assistenti prima di rientrare in sala riunioni. Qui altri casi sulla disposizione della barriera, la figura del portiere (fallo sul portiere, ostruzione, passaggio da un compagno di squadra, ecc..), gravi falli di gioco sono state analizzati e commentati.
Gradito ospite salito a Sportilia in quest’ultimo giorno, il Responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange, che ha preso la parola davanti alla platea, complimentandosi sia con gli atleti per le risultanze tecnico-atletiche che con l’intera squadra composta dal quintetto Giannoccaro, Calcagno, Ciampi, Damato e Faverani. “Quello che si è concluso è stato un anno difficile, ma avete vinto come squadra, grazie anche all’alta qualità di questa commissione e del lavoro dietro le quinte. Siete una delle parti più formate dal punto di vista tecnico e le vostre competenze sono da trasmettere a cascata nei CRA e nelle Sezioni, che si aspettano molto da voi anche dal punto di vista umano. Tecnica, etica ed umanizzazione, dietro ognuno di noi, c’è uno spessore incredibile e molte volte non ci rendiamo realmente conto di ciò che ci è stato regalato: siate quindi generosi e regalate la vostra umanizzazione e il vostro know how”.
Un ringraziamento particolare è stato rivolto da Danilo Giannoccaro al termine della riunione a tutti gli staff presenti: medici, atletici, fisioterapisti e segreteria per il loro contributo alla formazione dei ragazzi.
Le parole a conclusione del raduno, sono quelle di Alfredo Trentalange: “Anche io mi unisco ai ringraziamenti di Danilo, perché tutte queste persone stanno lavorando bene, con passione, per il vostro bene, un bene sincero con lo sguardo al futuro”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente