Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

In viaggio sezionale a Cracovia con visita ad Auschwitz

Giulia Fedrigo - 05/07/2018, 08:00

Sezione di Pordenone
Un’unica meta. Quattro giorni. Trentaquattro persone unite dalla passione per l’arbitraggio. L'avventura inizia quando la Sezione Guarini di Pordenone decolla dall’aeroporto di Venezia in direzione Cracovia. Le conversazioni, le battute e gli scherzi fanno scorrere velocemente gli ottanta minuti che separano dalla ricca e colorata Polonia. Una volta atterrati, non esitiamo ad avventurarci per le vie della città in cui respiriamo per la prima volta la storia della città e il profumo dei piroghi, tipico piatto polacco.
Dopo il primo approccio e cambiati i primi euro in zloti, ci prepariamo ad affrontare i giorni successivi. Domenica visitiamo il campo di concentramento tedesco di Auschwitz, in cui lo spazio per il divertimento lascia posto alla memoria. Ognuno di noi vuole omaggiare le vittime con un pensiero o con il semplice, ma profondo silenzio. Il giorno dopo ci rechiamo a Wieliczka, dove facciamo visita a una delle miniere di sale più antiche del mondo. Rimaniamo affascinati dai lunghissimi cunicoli e ammiriamo la cattedrale di sale costruita all’interno della miniera.
L’ultimo giorno percorriamo ancora una volta le vie di Cracovia. Facciamo un tour nel famoso castello di Wawel, osserviamo con stupore le vivaci vetrate della Basilica di Santa Maria e assaggiamo le ultime pietanze polacche, pronti per l’imminente ritorno a casa.
La gita sezionale si conclude così nel migliore dei modi. Partiti come un insieme di persone, torniamo come un vero e proprio gruppo. Dopo aver visitato luoghi di fascino unico e aver conosciuto le radici di questa Nazione, facciamo quindi ritorno in Sezione con l’entusiasmo e la forza necessaria per affrontare una nuova e intensa Stagione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente