Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

A Giannoccaro la VI edizione del Premio "Pasquale Gialluisi"

Ferdinando Insanguine Mingarro - 08/06/2018, 09:12

Sezione di Barletta
Un ponte tra passato, presente e futuro. Questa l’immagine saliente e ben impressa nella mente dei partecipanti alla VI edizione del Premio "Pasquale Gialluisi" assegnato ad Antonio Danilo Giannoccaro e che, questa volta più che mai, ha assunto un significato storico, ma con uno sguardo fermo e deciso verso il futuro.
Sì, perché la celebrazione del ricordo degli associati prematuramente scomparsi ed in particolare del compianto Pasquale Gialluisi, si è intrecciata con i festeggiamenti per il 40° anniversario della Sezione di Barletta, per la cui fondazione proprio Pasquale profuse moltissime energie.
Unitamente ai doverosi tributi al passato, nella splendida location della Sala Rossa del Castello Svevo della Città della Disfida, ormai trasformata dal Presidente di Sezione Savino Filannino ed il suo staff in una 'seconda casa arbitrale', lo scorso 1 giugno gli associati barlettani hanno anche riconosciuto il lustro che, nel presente, hanno fornito al movimento locale Antonio Damato (Serie A) e Raffaele Ziri (Calcio a 5 nazionale).
I due, entrambi giunti all'ultimo anno di attività arbitrale toccando l'apice delle loro carriere (rispettivamente, Finale di Coppa Italia e Finale Scudetto), hanno ritirato un meritato premio accompagnati dall'applauso scrosciante di una platea colma di arbitri, assistenti e dirigenti nazionali e regionali.
L'attività della Sezione di Barletta, però, continua: e tante speranze sono riposte in un ragazzo con poco più di vent'anni che già brilla per professionalità, temperamento ed ambizione e che rappresenta lo sguardo verso il futuro. Si tratta di Luigi Lacerenza (arbitro a disposizione del Comitato Regionale Arbitri Puglia), premiato con il riconoscimento "Pino Ricco".
Si sono succedute, poi, altre premiazioni: Antonio Porcelluzzi (Premio "Nicola Lotti", come miglior osservatore sezionale), Nando Carpentiere (Premio "Speciale"), Leonardo Perdonò (Premio "Domenico Manente", come dirigente pugliese maggiormente distintosi).
Dalla girandola di premi a quella di interventi: sono stati tanti i rappresentati delle istituzioni sociali, federali ed arbitrali - tra cui il Componente del Comitato Nazionale Maurizio Gialluisi ed il Presidente CRA Giacomo Sassanelli - ad aver preso parte all'evento condividendo un proprio discorso con la platea.
La retorica del ponte tra passato, presente e futuro curiosamente si attaglia perfettamente anche alla storia del vincitore di quest'edizione del "Pasquale Gialluisi", Danilo Giannoccaro, che appena dismesso come direttore di gara, si è subito calato nell'attività dirigenziale nelle cui more si sta affermando per professionalità e lungimiranza. "È un onore ricevere questo così prestigioso riconoscimento - afferma l'ex arbitro leccese - non soltanto per il glorioso albo d'oro, ma anche per la persona a cui è intitolato".
E non a caso è proprio sul rapporto umano tra arbitro e dirigente che Giannoccaro ha improntato il suo intervento: "Al di là delle valutazioni tecniche, un dirigente deve essere in grado di impostare un rapporto sano, sincero con gli arbitri. Il vero obiettivo da perseguire è che i giovani ragazzi possano considerarti un punto di riferimento umano ancor prima che arbitrale".
D'altronde è precipuamente sui valori da trasmettere, anche nel tessuto sociale, che si fonda la mission dell'associazione. Non a caso chiosando proprio su questo punto ha chiuso i lavori il Presidente di Sezione Savino Filannino il quale, ringraziando chi ha collaborato fattivamente alla realizzazione dell'evento, si è augurato che "la nostra Sezione possa nel futuro proseguire a trasmettere quei valori di cui si fa portatrice da ormai quarant'anni".

In home page: il Presidente di Sezione Savino Filannino con i premiati Danilo Giannoccaro, Nando Carpentiere, Luigi Lacerenza ed Antonio Porcelluzzi.
In copertina: Danilo Giannoccaro riceve il premio dalla signora Gialluisi ed il Presidente di Sezione Savino Filannino.
In gallery:
- La platea;
- Danilo Giannoccaro, il Componente del Comitato Nazionale Maurizio Gialluisi ed il Presidente di Sezione Savino Filannino tagliano la torta celebrativa.
- Il tavolo dei relatori;
- Raffaele Ziri ritira il premio dal Responsabile CAN 5 Angelo Montesardi;
- Antonio Damato ritira il premio dal Presidente di Sezione Savino Filannino
- La premiazione di Nando Carpentiere (sinistra) e Luigi Lacerenza;
- La premiazione di Antonio Porcelluzzi (sinistra) e Leonardo Perdonò

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente