Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Concluso il Raduno Play Off della CAN D. Trefoloni “Grazie per questa stagione”

Fabio Gafforini - 11/05/2018, 16:00

La seconda giornata di lavori si apre di buon ora sul campo dell’Hotel Touring di Coccaglio:
per arbitri e assistenti è giunto il momento dei test atletici. La tensione è palpabile fin dall’entrata sul campo, ma le parole di Matteo Trefoloni e dei Componenti motivano gli 88 associati, che mutano atteggiamento sfoderando una forte carica agonistica. Gli arbitri sono stati impegnati con lo Yo-Yo test e 40 metri , mentre gli Assistenti hanno sostenuto le prove dell’Agility Test e della 4x10 metri. Ottimi i risultati ottenuti, ben superiori rispetto ai limiti CAN D. A guidare le operazioni sul campo il Vice Responsabile del Settore Tecnico, Francesco Milardi, coadiuvato da Giuseppe Garavaglia, Vincenzo Gualtieri e Giuseppe Chieppa del Modulo Preparazione e Mario Romagnoli, preparatore atletico del Polo nazionale di Brescia. Presenti anche il medico Giacomo Passalacqua, componente del modulo Biomedico, ed il fisioterapista Davide Pagliarulo, entrambi in forza al Settore Tecnico Arbitrale.
Sessione in aula invece per gli osservatori, condotta dal loro responsabile Gianmario Cuttica.
Terminati i test, rientro in aula per tutti con correzione dei quiz a cura di Vincenzo Meli: risultati ottimali anche sotto l’aspetto della conoscenza regolamentare. Segue un focus sulla concentrazione, fattore determinante per raggiungere ottimi risultati anche in campo.
Chiude Matteo Trefoloni ringraziando uno a uno i componenti della Commissione CAN D, per averlo supportato durante una stagione che sta, ormai, volgendo al termine.
Un abbraccio collettivo, carico di emozioni, unisce tutte la squadra della CAN D: “Vi ringrazio per questa stagione; è stato un onore guidarvi ed essere stato insieme a voi”, conclude Trefoloni. E dopo la foto di chiusura raduno, è il momento di salutarsi e di farsi un grande in bocca al lupo, non prima di un arrivederci speciale a Pasquale Rodomonti, alla sua ultima stagione da componente che ha voluto rivolgere questo pensiero ai suoi arbitri: “Scusate il mio atteggiamento a volte duro, ma tutto quello che ho fatto l’ho fatto per la vostra crescita e per il vostro bene”.




Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente