Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Le visite di Marco Guida e Paolo Mazzoleni

Luigina La Via e Davide Rosio - 10/04/2018, 08:00

Sezione di Saronno
Nell'ambito delle annuali visite organizzate con il patrocinio del Comitato Nazionale, la Sezione di Saronno ha avuto l'onore quest'anno di ospitare l'arbitro internazionale Marco Guida, di Torre del Greco e, successivamente, l'arbitro internazionale Paolo Mazzoleni, il quale ha accolto con entusiasmo l'invito rivolto dal presidente sezionale.
In entrambe le riunioni, sia Marco sia Paolo hanno intrattenuto i partecipanti alla lezione (tra cui il vicesindaco Pierangela Vanzulli, l'assessore allo sport Gianpiero Guaglianone ed il presidente del Comitato Regionale Arbitri della Lombardia, il saronnese Alessandro Pizzi), con contenuti non solo tecnici, ma anche e soprattutto motivazionali, soffermandosi sugli inizi della propria carriera e cercando di dimostrare ai colleghi più giovani come non si debba mail mollare il colpo, soprattutto nei momenti più duri. Non sono mancati, come detto, contenuti tecnici, e in particolare Marco Guida ha mostrato alcuni filmati di sue gare della massima serie, incentrando la propria analisi sul rapporto coi calciatori, sulla gestione delle proteste e sulla concentrazione quale elemento essenziale della prestazione arbitrale, soprattutto nei momenti topici della gara.
Paolo ha sottolineato ai numerosi ragazzi presenti quanto sia importante l’entusiasmo, che per lui è lo stesso dei primi giorni, ribadendo che per arrivare ai massimi livelli non ci sono ingredienti particolari, ma bisogna assumersi l’impegno di lavorare in silenzio curando sempre propri limiti, e mettendosi in discussione.
Normalmente un arbitro prende circa 200 decisioni in 90 minuti: questa responsabilità non deve spaventare il giovane collega, ma lo deve stimolare, in quanto certamente su 200 decisioni ci saranno degli errori, che non lo devono fermare, ma al contrario devono farlo andare avanti e ripartire. Prima di chiudere il suo intervento, Paolo si è soffermato su quello che dà in termini di crescita l'Associazione e, come da lui stesso affermato, si possa dire che: “ Fare parte di questa Associazione vuol dire uscire da uomini/donne migliori, in un mondo di business fatto di cose concrete noi siamo diversi, noi siamo PASSIONE”
Entrambi, prima della cena aperta a tutti i partecipanti alle riunioni, hanno ricevuto dal presidente sezionale, quale segno di gratitudine, alcuni prodotti locali. In particolare a Marco Guida è stata consegnata una maglietta firmata da tutti i ragazzi presenti alla serata.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente