Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

CAN BS, a Riccione il corso di qualificazione 2018

Nidaa Hader - 10/03/2018, 22:30

Sono 17 gli arbitri giunti a Riccione da tutta Italia per partecipare al corso di selezione per entrare nell'organico della Commissione Arbitri Nazionale Beach Soccer. Sette le Regioni dello stivale che hanno mandato almeno un aspirante arbitro (Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana), cinque quelle che vi prendono parte con due candidati (Umbria, Veneto, Calabria, Emilia Romagna, Marche) per un totale di tredici Comitati Regionali presenti.

Appuntamento fisso che si ripete ogni anno e che vede protagonisti arbitri effettivi che hanno operato per almeno tre stagioni sportive nelle categorie di Promozione e superiori, C1 Calcio a 5 e superiori; questo il requisito fondamentale e vincolante per essere ammessi a Riccione. Bisogna, inoltre, avere un’età compresa tra i 25 (compiuti) e i 35 anni (non compiuti), nonché essere in possesso degli altri requisiti previsti dal Comitato Nazionale.

È Marcello Caruso, Responsabile della CAN BS, affiancato dagli altri componenti Marco Buscema e Vincenzo Cascone, a dare il benvenuto a tutti, a presentare il corso e ad illustrare i criteri e le modalità di valutazione. Saranno assegnati infatti dei punteggi per ogni prova fino ad un massimo di 30 e la graduatoria finale sarà strutturata dalla somma dei punteggi ottenuti nelle cinque valutazioni (prove atletiche, quiz regolamentari, visite mediche, stile di corsa/estetica, curriculum e colloqui individuali, in caso di parità la precedenza sarà data al candidato più giovane);solo i primi sei della graduatoria saranno inseriti nell'organico della CAN BS per la stagione 2018. Attualmente la CAN BS è formata da 33 arbitri effettivi e 9 osservatori arbitrali.

Michele Conti, in qualità di Presidente della Commissione, nonché componente del Comitato Nazionale, ha sottolineato come “la CAN BS, in questi anni, sia sempre stata considerata al pari delle altre Commissioni”. Presenti anche alcuni degli arbitri della CAN BS: Michelangelo Tranchina, Alberto Spezzati, Andrea Marton, Salvatore Contraffatto, Salvatore Di Mauro, Attilio Sannino.

Gli internazionali Gionni Matticoli (Isernia, internazionale dal 2012), Saverio Bottalico (Bari, internazionale dal 2017), Alfredo Pavone (internazionale dal 2017), Luca Romani (neo promosso) sono stati convocati per partecipare in parallelo ad una sessione di approfondimento, prettamente in lingua inglese, a loro dedicata. La sessione è tenuta da Conti, istruttore FIFA, affiancato da Davide Garbini, segretario della CAN B (Commissione Arbitri Nazionali della Serie B) e responsabile dell'ufficio rapporti internazionali dell'Associazione Italiana Arbitri.
L'evento vede anche la straordinaria partecipazione di Raffaele Del Vecchio, neo ed unico arbitro internazionale di Beach Soccer della Repubblica di San Marino.

Oltre a Conti, Caruso, Buscema e Cascone, fa parte della Commissione esaminatrice anche Fabio Polito, Componente del Settore Tecnico Arbitrale dell’area perfezionamento e valutazione tecnica della disciplina del Beach Soccer.

Per le valutazioni specifiche la Commissione viene affiancata da: Francesco Milardi (Vice Responsabile, Sud, del Settore Tecnico) e Gilberto Rocchetti (componente Modulo di Preparazione Atletica del Settore Tecnico) valutazione atletica; Giacomo Passalacqua (componente del Modulo Biomedico del Settore Tecnico) valutazione medica.
A garantire il buon andamento del corso ci sono anche Patrizia Passini, in qualità di fisioterapista; Enrico De Iulis e Simone Micciulla segretari della CAN BS.

I lavori sono proseguiti in aula per la lezione sulla storia del Beach Soccer e sulle norme di funzionamento. Full immersion sul regolamento: si alternano Caruso, Buscema e Cascone con nozioni tecniche e approfondimenti, supportati da visionature di video inerenti le decisioni da adottare in campo.
Oltre alla parte tecnica il Responsabile ha voluto spendere due parole soffermandosi sul concetto di squadra e sulla parte “umana” che condivide assieme l'intero organico, anche attraverso l’adozione a distanza di una bambina e la donazione del materiale tecnico per arbitrare ai colleghi fischietti del Malawi. “Sono soddisfatto dei candidati – commenta Caruso al termine della giornata – perché hanno mostrato un atteggiamento mentale propositivo. Tutto questo mi lascia ben sperare”.

La giornata di domani è dedicata ai quiz regolamentari e successivamente ai test atletici (Agility Test 10-8-8-10 e 5x30), oltre a questi Ariet test per gli internazionali.

In copertina una foto di gruppo. In anteprima la Commissione CanBS. In gallery: gli internazionali e Del Vecchio di San Marino; un momento dei lavori d'aula; gli internazionali in aula.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente