Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Venti nuovi fischietti dopo il secondo Corso

Mimmo Savino - 10/03/2018, 10:00

Sezione di Bari
Lo scorso 28 febbraio si è concluso il secondo corso arbitri della Sezione di Bari della stagione 2017/2018, frutto di una specifica autorizzazione da parte dei vertici associativi, che ha permesso all'organico barese di arricchirsi di altri 20 nuovi arbitri, dopo i 63 del precedente corso, quasi tutti tra i 15 e i 16 anni.
Le lezioni hanno avuto inizio lo scorso 29 gennaio e sono durate un mese, per un totale di 15 sessioni, coordinate dagli istruttori del corso Giorgio Piacenza (Responsabile), Andrea Salanitro e Valerio Vogliacco, affiancati da Marco Colaianni, segretario.
L'esame finale si è tenuto nei locali sezionali innanzi ad una Commissione composta dal Presidente Giovanni Lasorsa, Componente del Comitato Regionale Arbitri, e dai Componenti Domenico Cataldo e Nicola Favia.
Tutti i ragazzi hanno superato senza difficoltà le due prove, i test tecnici e l'orale. Tra i 20 nuovi arbitri, anche tre ragazze: Simonetta Chimienti, Adriana Liso e Francesca Grazia Staffieri. Completano l’elenco: Roberto Abbrescia, Daniele Arsale, Giuseppe Attolico, Vito Busco, Alessandro Calvi, Michele Centorame, Giorgio Carmelo De Benedictis, Giampiero Di Bari, Filippo Farella, Rocco Florio, Domenico Loiacono, Tomas Lula, Davide Masotina, Marco Saverio Racanelli, Luigi Signorile, Emanuel Tullo e Giuseppe Zonno.
Prossimamente, presso il polo sezionale, i "nuovi" sosterranno le prove atletiche e successivamente, ottenuti i codici meccanografici, potranno scendere in campo con la nuova squadra degli arbitri di Bari.
«Questo secondo corso va a completare il precedente che ancora una volta si è concluso con numeri da record - le parole del Presidente Nicola Favia. L'età media bassa e la buona preparazione mostrata ci segnala che la strada tracciata è quella giusta. In questo devo il mio ringraziamento personale a Giorgio Piacenza e tutti i componenti del modulo per aver condotto un lavoro certosino sotto ogni profilo».

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente