Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il capoluogo barbaricino accoglie il Presidente Nicchi

Andrea Pau - 21/02/2018, 10:00

Sezione di Nuoro
“Sono orgoglioso di rappresentare un movimento che non abbassa lo sguardo perché non ha niente di cui vergognarsi, benvenuto a Nuoro, Marcello!”. Con queste parole, nella giornata di venerdì 16 febbraio, il Presidente del CRA Sardegna, Francesco Cabboi, ha accolto a Nuoro il Presidente dell'AIA, Marcello Nicchi, per la prima volta in visita nella sezione barbaricina. Una visita sentita, come Nicchi afferma nel suo intervento: “ Mi sento a casa mia!”, riconoscendo, nel contesto della Sezione di Nuoro e della Sardegna intera, l’espressione più sincera degli importanti valori di lealtà e caparbietà che lo sport e l’arbitraggio trasmettono. È all’insegna di un clima di gioia, rispetto, volontà di crescita e miglioramento che si è tenuto l’intero incontro. Il Presidente della Sezione di Nuoro, Giuseppe Bertulu, dopo aver presentato la Sezione con l'ausilio di video e foto storiche degli associati, da buon padrone di casa ha scandito i momenti della riunione. A seguire, Gianni Cadoni, Presidente della FIGC Sardegna, ha elogiato il buon lavoro fatto in collaborazione con gli arbitri per preservare sano e genuino il giuoco del calcio. Le parole del massimo rappresentante della F.I.G.C. regionale hanno subito dopo trovato un'eco forte nel discorso del Presidente Cabboi , il quale, nel prosieguo del suo intervento, con orgoglio ha ribadito la sua appartenenza proprio alla Sezione di Nuoro ed ha espresso sincera gioia e onore nell’ospitare il massimo rappresentante dell'Associazione Italiana Arbitri. "Negli anni ’90, quando iniziai il mio percorso da arbitro – racconta Cabboi – mai avrei immaginato di poter accogliere da Presidente Regionale il Presidente Nazionale", per i presenti, e soprattutto per i più giovani, è stata un'ulteriore prova delle grandi soddisfazioni che l’AIA può regalare. “Mi raffiguro in voi – ha detto Nicchi nel suo intervento – gente testarda e sincera che sa farsi voler bene”, parole che sicuramente ogni associato sardo si porterà nel cuore lungo il cammino all’interno dell’Associazione. Dopo un ultimo e spontaneo intervento da parte del primo storico Presidente di Sezione nuorese, Giannetto Gungui, testimone della radicata tradizione arbitrale nel territorio, la serata è arrivata alle battute finali con il consueto scambio di regali, e si è conclusa con un'emozionante esibizione del coro polifonico locale “Sos canajros" che ha omaggiato Nicchi, e tutti i presenti, con alcuni canti dialettali propri della tradizione Nuorese.

In galleria: tavolo degli ospiti; la platea; l'intervento di Cabboi; l'intervento di Nicchi ;(da dx a sx) Giuseppe Bertulu, Marcello Nicchi, Francesco Cabboi; Gianni Cadoni e Marcello Nicchi.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente