Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Raduno futsal, operare per acquisire la massima credibilità

Maicol Ferrari - 13/02/2018, 19:30

CPA Trento
Prosegue il ciclo dei raduni di metà campionato del Comitato Provinciale Arbitri di Trento e dopo il calcio a 11 è stata la volta del futsal, protagonista nell’intera giornata di sabato 10 febbraio. Location consolidata quella del centro sportivo “Trilacum” di Terlago, funzionale perché provvista di palestra e quindi ancora più adatta alla disciplina di cui Francesco Cirillo è il responsabile.
Palestra che è servita dapprima per i test atletici, che hanno misurato resistenza e velocità di ognuno, e poi per l’illustrazione di alcune dinamiche di gioco, oltre che per fugare i dubbi circa i posizionamenti da assumere in campo.
Prima di pranzo spazio anche ad un primo momento in aula dedicato esclusivamente agli arbitri. Ad aprire ufficialmente il raduno l’intervento del vice presidente Dell’Antonio, che portando i saluti anche del presidente Daprà ha voluto puntualizzare il momento della Stagione che i campionati stanno attraversando, per tenere alta l’attenzione di tutti i fischietti in ogni categoria, dalla Serie D alla C1. Si è quindi entrati nel vivo delle disposizioni tecniche, con Francesco Cirillo e Luca Illotto a fare da guida dando i corretti parametri di valutazione in situazioni come la condotta gravemente sleale, il tackle e la simulazione, ma anche in momenti particolari come può essere il finale di una gara, portando ad esempio anche video con situazioni avvenute nei massimi Campionati nazionali. Interessante poi la parte interattiva con i presenti: selezionati tre ragazzi, è stato simulato un briefing pre-gara tra i due arbitri e il cronometrista, con Cirillo ad intervenire per integrare ed arricchire tale momento preparatorio, fondamentale per la collaborazione durante il match.
Dopo la pausa pranzo gli osservatori hanno raggiunto gli arbitri, per le disposizioni congiunte. Per rendere il tutto ancora più coinvolgente è stata presa ed analizzata l’ultima finale di Coppa Italia di serie C1 ed attraverso una minuziosa match analysis con più di 30 clip e il confronto diretto con la terna protagonista della gara, Cirillo ha dato modo ad arbitri ed osservatori di capire quale sia la corretta chiave di lettura di ogni episodio.
Tutto il lavoro della giornata è stato improntato con un solo scopo: acquisire la massima credibilità, sotto ogni punto di vista. Il lavoro su se stessi sarà il vero plus che darà slancio ad ogni prestazione, che sarà tanto più solida se alla base ci saranno conoscenza, studio ed applicazione. Essere credibili per essere leader, con le caratteristiche che lo contraddistinguono e che ha ben spiegato Julio Velasco in un video proiettato a conclusione di un raduno che ha saputo ulteriormente arricchire arbitri e osservatori in vista del prosieguo del Campionato.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente