Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

“Tagliando” per gli organici di Eccellenza e Promozione

Giorgio Ermanno Minafra - 10/01/2018, 12:00

CRA Lazio
Il raduno di metà campionato è un momento molto atteso per fare il punto della situazione di ciò che è stato fatto fino ad ora ed è per questo che il 3 e il 4 gennaio gli arbitri e gli assistenti regionali di Promozione e Eccellenza si sono incontrati ad Aprilia per preparare al meglio la seconda parte di stagione.
Il primo giorno è stato dedicato agli arbitri, con il gruppo che ha svolto presso il campo “La Garibaldina” di Aprilia i consueti test atletici sotto la gestione del referente atletico regionale Gianluca Perna e di tutta la Commissione.
Alla presenza del Presidente del Comitato Regionale Arbitri Luca Palanca, sono stati svolti invece i test tecnici presso la struttura alberghiera adiacente, sotto la supervisione dei componenti del Settore Tecnico Arbitrale Antonio Di Blasio e Odoardo Marcellini. L’apertura dei lavori è stata affidata ad Eva Iorio, psicologa esperta di sport la quale, sull’esperienza di una lunga partecipazione a raduni delle Commissioni Nazionali, si è soffermata sulle competenze psicologiche che un buon arbitro deve possedere, oltre a quelle di leadership, ricordando che in campo il linguaggio non verbale è più funzionale di quello verbale.
Due i graditissimi ospiti intervenuti subito dopo: l’arbitro Can B Francesco Fourneau della Sezione di Roma 1 e l’arbitro Can Pro Daniele Viotti della sezione di Tivoli. Quest’ultimo ha voluto consigliare a tutti i colleghi in aula di avere “tanta fame” nel loro percorso arbitrale non arrendendosi mai, affrontando i momenti bui con grinta e positività. Fourneau invece, fresco di esordio in Serie A del 30 dicembre nella gara Benevento-Chievo Verona, ha consigliato di saper leggere la sostanza della prestazione arbitrale senza soffermarsi sul voto, dando sempre il massimo perché “solo così si possono raggiungersi obiettivi importanti” e a tal proposito ha concluso il suo intervento raccontando e rivivendo le emozioni che ha provato nel dirigere una gara della massima serie.
Entrando poi nel discorso puramente tecnico, il Vice Presidente del CRA, Riccardo Tozzi, è intervenuto sulla prevenzione e gestione disciplinare, soffermandosi su quanto sia importante leggere l’andamento agonistico di una gara e saper bloccare da subito le situazioni scomode che possono degenerare.
Il secondo giorno è stato dedicato agli assistenti i quali hanno affrontato le prove tecniche per aree geografiche. I lavori sono ripresi in aula con l’intervento di benvenuto del Presidente Palanca il quale, dopo aver fatto eseguire un doveroso minuto di raccoglimento per la drammatica scomparsa di Daniele Viola, giovane associato appartenente alla sezione di Formia, ha ricordato alla platea che si deve sempre migliorare sotto ogni aspetto, anche e soprattutto quello comportamentale.
Prima di iniziare a discutere su argomenti prettamente tecnici è intervenuta Veronica Vettorel della Sezione di Latina, assistente Internazionale a disposizione della CAN PRO, la quale ha approfittato di questo raduno per ricordare i suoi anni trascorsi al CRA, anni formativi che hanno contribuito a farla diventare quella che è adesso, aggiungendo: “per qualcuno di voi questo può essere una stagione importante che terminerà con una promozione, credeteci e lavorate duro per raggiungere questo risultato”.
Infine il responsabile degli Assistenti, Fabrizio D’Agostini, ha analizzato diversi punti con l’ausilio di video didattici riguardanti episodi di gare anche di categorie superiori, utili per creare il giusto dibattito e confronto per la crescita del gruppo assistenti.
“Il campionato – ha detto Palanca in conclusione dei lavori – adesso è in una fase cruciale, dove i punti pesano e la squadra arbitrale deve farsi trovare sempre pronta”.

In copertina il gruppo degli arbitri. In gallery: un momento dei test atletici degli arbitri; la psicologa Iorio e il Presidente Palanca; Fourneau e Viotti; Vettorel; D’Agostini durante i test atletici degli assistenti.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente