Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il raduno di metà stagione apre il 2018

Alessio Ferranti - 10/01/2018, 08:00

CRA Umbria
Giro di boa per i campionati dilettantistici e per gli arbitri, gli assistenti e gli osservatori in forza al Comitato Regionale Arbitri Umbria è tempo di ritrovarsi per lo stage che apre il 2018: nei giorni 4 e 5 gennaio si sono svolti rispettivamente i raduni del futsal e di tutti gli organici del calcio a 11, nella ormai consolidata location del campo federale di Perugia. I ragazzi del futsal hanno esaminato il lavoro fin qui svolto, le risultanze tecniche e le difficoltà emerse con il responsabile di categoria Luca Marconi: un gruppo giovane quello degli arbitri di calcio a 5 della Regione, che può ambire a traguardi importanti che non possono prescindere tuttavia da abnegazione e serietà che li contraddistingue. Spazio anche ad una riunione congiunta con gli osservatori che ha aperto un momento di didattica e confronto tra le 2 parti. Il giorno 5 sono stati convocati invece gli organici di eccellenza, promozione, I e II categoria e gli assistenti: “Vedere quest’aula così piena è quasi emozionante, oggi ho davanti a me i migliori elementi del movimento arbitrale in Umbria” queste sono state le parole in apertura del Presidente del CRA Luca Fiorucci. Un’opportunità da sfruttare per i più giovani fischietti che dirigono I e II categoria che, potendosi confrontare con i colleghi più esperti ed ascoltando le disposizioni tecniche dei responsabili di eccellenza e promozione Rosi e Chiari, hanno potuto innalzare di qualche step il loro livello tecnico e la loro preparazione. La parte atletica in mattinata ha visto alternarsi sul campo con tanta volontà e spirito di sacrificio le batterie di arbitri ed assistenti per le prove atletiche, nel pomeriggio apertura dei lavori con i test tecnici, grazie al contributo del Mentor regionale Biagini. La Commissione si è poi confrontata con molti ragazzi che hanno accettato di effettuare il colloquio individuale analizzando ognuno la propria stagione. L’invito del Presidente Fiorucci in chiusura è stato quello di proseguire sulla strada tracciata in questa prima parte, credendo nelle proprie capacità e nella possibilità di raggiungere l’agognato salto di categoria. Già in agenda il prossimo incontro fra circa due mesi, che vedrà la partecipazione di un altro Comitato Regionale Arbitri per un raduno interregionale dedicato ad eccellenza e promozione.

In anteprima: brindisi di gruppo. In galllery: intervento di Marconi; quiz tecnici in svolgimento; la Commissione; il Presidente Fiorucci si rivolge alla platea.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente