Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Celebrato il 40° Anniversario, Nicchi e Archinà alla cerimonia

Giuseppe La Barbera - 04/12/2017, 16:00

Sezione di Barcellona P.G.
E' stato festeggiato, lo scorso 29 novembre, il 40° Anniversario di Fondazione della Sezione, con un evento che si è diviso in due momenti. Il primo pomeridiano nella storica sede di Via Carducci, dove il Presidente della Sezione, Francesco D'Anna, ha presentato gli illustri ospiti, tra cui il Presidente dell’AIA Marcello Nicchi e il Componente Nazionale Stefano Archinà; presenti a questo incontro il sindaco Roberto Materia e l'assessora allo sport Giusi Italiano, della città del longano; quest’ultima presiederà anche agli altri momenti della celebrazione.
«La storia la scrive il tempo, storie semplici di persone semplici che ogni giorno scendono in campo, con passione e umiltà - ha detto Nicchi - Tanti i giovani che crescono con noi, e tanti che varcano la soglia di una sezione, ma è importante restarci; ragazzi che i presidenti crescono, seguono e accompagnano nei loro percorsi, adoperandosi per fare ogni giorno qualcosa di meglio».
Sono trascorsi così quarant'anni da quel 1977, quando fu chiamato a guidare la Sezione Vittorio Madia, oggi un punto di riferimento per tutta la zona. «E' una tappa importante per la storia di questa realtà - ha ricordato il Componente del Comitato Nazionale Stefano Archinà - In essa sono cresciuti tanti giovani arbitri della zona; oggi non è un punto di arrivo, ma bisogna ripartire da questo traguardo per fare sempre meglio».
Il Presidente del Comitato Regionale della Sicilia, Michele Cavaretta, ha sottolineato nel suo intervento l’impegno profuso da tutte le sezioni siciliane, «che lavorano in sinergia per raggiungere risultati sempre più importanti e di carattere nazionale, senza dimenticare gli insegnamenti di cultura e di legalità che inculcano, essendo contesti sportivi sani e competitivi».
Presenti anche tutti i Presidenti di Sezione siciliani, i Componenti del CRA e tanti altri ospiti. Si è colta l’occasione per scoprire il nuovo logo della Sezione, realizzato da Antonio Salvo, che riporta i simboli della città di Barcellona Pozzo di Gotto e il calendario 2018, con le foto degli arbitri barcellonesi.
La cerimonia serale, in una prestigiosa struttura alla periferia della città, è stata presentata da Francesco Anania, coadiuvato dalla madrina dell'evento Lidia Patanè, già Ragazza dell'Anno 2017. In apertura è stato proiettato un video che ha ripercorso i 40 anni di attività, con testimonianze degli ex e dell’attuale Presidente. Tanti i momenti che hanno caratterizzato la serata, come le premiazione dei fischietti barcellonesi che nella Stagione 2016/2017 hanno fatto l'esordio nelle varie categorie, nonché la parodia interpretata da quattro arbitri della Sezione, Mariella Ispoto, Piero Pantè, Gaetano Milone, e Lorenzo Italiano, che si sono cimentati in uno sketch ideato dal regista Francesco Chianese, sulle difficoltà del fine partita all'interno dello spogliatoio con il pubblico che nella rappresentazione cercava di aggredirli.
E' stato anche il momento dove Marcello Nicchi si è raccontato durante una bella intervista, realizzata dal conduttore, che ha fatto emergere il Nicchi uomo. Le prime delle più di 1000 partite arbitrate, i match di Serie A, i campioni che ha avuto modo di vedere giocare da Maradona a Gullit, il rapporto meraviglioso con la moglie e la figlia oggi avvocato e il suo lavoro di Presidente. C'è stato anche lo spazio per parlare del VAR, della nazionale e degli arbitri italiani che rimangono i migliori al mondo.
Il taglio della torta è stato l'epilogo di una giornata indimenticabile organizzata alla perfezione dai componenti della sezione barcellonese. Il Presidente Francesco D'Anna alla fine ha voluto ringraziare tutti i presenti che anche con un semplice sorriso lo aiutano a lavorare nel migliore dei modi e in serenità: «Questo è un evento molto importante; c'è tanto lavoro da fare, ma la passione per questo settore è talmente tanta che copre la fatica. Aver avuto Marcello Nicchi nella nostra Sezione ci ha reso felici e sarà da stimolo a fare sempre meglio con serietà e professionalità».

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente