Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il raduno precampionato con ospite Alberto Zaroli

Enrico Luly - 07/10/2017, 11:00

Sezione di Imperia
Due splendide giornate hanno accompagnato il consueto raduno precampionato della Sezione di Imperia per riprendere forma e spirito associativo con passione, educazione ed entusiasmo.
Un fine settimana pieno e significativo per informarsi sulle novità della Circolare 1 emessa per la Stagione Sportiva 2017/2018 (spiegata dal Componente del Settore Tecnico Alessandro Masini), avere sicurezza di valutazione e di direzione nelle prestazioni degli associati, affrontare i test atletici, rispondere ai quiz tecnici, colloquiare e cementare i rapporti.
Oltra ad una quarantina di effettivi, presente il Consiglio Direttivo; precisa l’organizzazione del Mentor Regionale del calcio a 5, Antonello Motosso, della stessa Sezione di Imperia.
Sono state subito consegnate le nuove divise Diadora, rosa con fascetta nera all'altezza del torace.
Da rimarcare l’accoglienza avuta nell'albergo dei Gelsi sito in Mondovì (provvisto anche di campi di calcio a 5 e pista d'atletica), struttura già utilizzata nella scorsa Stagione; immancabile il saluto del padrone di casa Igor Crivelli, Presidente della Sezione di Cuneo, soddisfatto del ritorno sul luogo da parte degli arbitri imperiesi.
Il Presidente Sezionale Alessandro Savioli e l'Organo Tecnico Luigi Rambaldi hanno comunicato, un'ora dopo l'arrivo di tutti, il programma del raduno, auspicando la possibilità di organizzare altre iniziative da programmare in futuro.
In aula, dove è stato proiettato un video sulla gita sezionale a Coverciano dello scorso anno, è intervenuto anche il Vicepresidente Federico Marchi con un approfondimento sulla concentrazione pre, durante e post gara e sulla "voglia di arrivare", mentre sul terreno di giuoco l'assistente della CAN A Stefano Alassio ha dispensato utili consigli sulla comunicazione non verbale.
Fabio Vicinanza, Presidente del Comitato Regionale Ligure, ha invece parlato del necessario percorso di crescita da condividere assieme per diventare persone migliori attraverso l'esperienza vissuta durante le gare e nella vita associativa.
Il contributo principale del raduno è stato quello del Componente del Comitato Nazionale dell'AIA Alberto Zaroli, ospite d'eccezione a questo appuntamento di inizio Stagione, che ha intrattenuto la platea con un coinvolgente intervento in cui ha sottolineato che gli obiettivi si raggiungono con determinazione, impegno e sacrificio, nella consapevolezza che la fatica sia l'unica maniera per ottenere determinati risultati, esortando inoltre i giovani arbitri a sfruttare i momenti di crescita tecnica ed associativa come questo appuntamento di inizio Stagione Sportiva.
Finale dedicato ai riconoscimenti: Alessio Grossi, migliore prestazione sui 40 metri; Tommaso D'Annunzio, migliore performance sullo yo-yo; Matteo Zammataro, migliore risultato atletico complessivo; Thomas Cambiaso, Alessandro Modesti e Luca Novaro Mascarello, miglior punteggio sui quiz tecnici. Nei giorni seguenti, presso i locali sezionali, si è svolto anche il raduno degli osservatori coordinato dal loro responsabile Franco Cane.

Nelle fotografie in gallery: l'intervento di Alberto Zaroli, Il Presidente Alessandro Savioli, riunione tecnica, l'assistente della CAN A Stefano Alassio e l'arbitro della CAN B Fabio Piscopo, Savioli e Zaroli, allenamento, tra i presenti al raduno anche il Componente della CAI Maurizio Viazzi (un saluto è stato inviato dall'arbitro internazionale Davide Massa, dall'osservatore della CAN A Luca Amoretti e dal Componente della CAN 5 Ettore Quarti, impossibilitati a partecipare per impegni arbitrali).

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente