Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Raduno CAN B, focus su condotta violenta e gravi falli di gioco

Paolo Vilardi - 04/08/2017, 19:23

Volge al termine il raduno di inizio campionato della CAN B, giunto alla penultima giornata. Oggi sono state approfondite tutte le argomentazioni inerenti la Regola 12, “Falli e scorrettezze”. Presenti anche gli osservatori arbitrali, a Sportilia da ieri.
Nella prima mattinata arbitri e assistenti sono stati dislocati per ruolo sui due campi della struttura ospitante, per il primo allenamento del giorno. Gli osservatori sono stati invece intrattenuti nella sala congressi dalla Commissione guidata da Emidio Morganti, per una visionatura di prova: è stata proiettata una partita, dopodiché ognuno ha compilato la propria relazione e alla fine si è tenuto un confronto sul giudizio espresso sui vari aspetti della prestazione arbitrale e sull’assegnazione del voto.
E’ seguita una riunione tecnica dinanzi all’organico della CAN B al completo, che è proseguita nel pomeriggio. Esaminata una lunga serie di filmati, relativi a partite di Serie B, che come accennato in apertura hanno richiamato la Regola 12. Focus quindi sui falli di mano, sulla condotta violenta, sui gravi falli di gioco e i relativi provvedimenti tecnici e disciplinari. Rappresentati i casi più svariati, da quelli scolastici a quelli della cosiddetta zona grigia, ovvero quando bisogna considerare alcuni fattori, ad esempio il tasso agonistico del momento, prima di assumere un provvedimento disciplinare. Discusse anche le modalità di esibizione dei cartellini, una postura composta potrebbe ad esempio alimentarne l’efficacia, e l’importanza della tempestività, anche come deterrente contro le estemporanee proteste della squadra che ha subito il fallo.
A seguire arbitri e assistenti, sempre dislocati per ruolo sui due campi di Sportilia, hanno sostenuto l’ultimo allenamento di questo stage di inizio stagione. Contemporaneamente, in aula, gli osservatori arbitrali hanno ricevuto le linee guida per le valutazioni dei visionati e le disposizioni generali di inizio stagione.
Ieri sera, dopo cena, sempre tramite l’analisi dei video era stata trattata un’altra importante argomentazione tecnica, il DOGSO.
I convocati, durante la loro permanenza a Sportilia, hanno ricevuto, all’occorrenza, il supporto della squadra di fisioterapisti designata per questo raduno: Claudio Defina (responsabile), Alessio Rossi, Patrizia Passini, Maria Teresa Maggiore, Giuseppe Auriemma e Silvio Alberti.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente