Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Supercoppa alla Happy Car Sambenedettese. Dirige la gara l’internazionale Sicurella

Omar Ruberti - 03/08/2017, 19:10

Chiuso il Raduno Play-off, gli arbitri a disposizione della Commissione Nazionale per il Beach Soccer hanno lasciato Mosciano Sant’Angelo (TE) alla volta della Beach Arena di San Benedetto del Tronto.
Le Final Eight 2017 cominceranno domani, giornata nella quale si disputeranno, grazie ad un intenso calendario, tutti i quarti di finale.
Oggi è stato il giorno della Supercoppa, Finale contesa tra Viareggio ed Happy Car Sambenedettese. Ha vinto la squadra di casa 5 a 6, dopo il tempo supplementare, e una gara molto combattuta.
A dirigere l’incontro l’internazionale Giuseppe Sicurella di Agrigento (Arbitro 1), Attilio Sannino di Napoli (Arbitro 2), Luigi Balacco di Molfetta (Arbitro 3). Cronometrista Giuseppe Ditto di Reggio Calabria.
Sicurella è arbitro dal ’99: arriva a dirigere gare di eccellenza, poi dal 2011 approda al Beach, divenendo internazionale dal 2015. Di recente ha partecipato alle qualificazioni europee in Serbia e in Portogallo. Nel 2012 ha già diretto la finale di Supercoppa; nel 2014 la finale scudetto e nel 2015 quella di Coppa Italia. Persona gioviale, ironico, anche di sé stesso, ama dire che ha preso in parola chi, in età giovanile, lo apostrofava con l’appellativo “arbitro da spiaggia”.
Anche Sannino entra dell’AIA nel ’99, rappresentando una giovane promessa del CRA della Campania. Nella stagione 2008/2009, da arbitro di Eccellenza, riceve il prestigioso premio Nasti e nel 2011 approda allo stage di Coverciano risultando per la categoria il miglior arbitro d'Italia. Qualche problema personale interrompe l’ascesa conducendolo al Beach Soccer, nel quale opera dal 2011, dopo aver partecipato al secondo corso di qualificazione in assoluto promosso dall'AIA. Persona posata e riflessiva, considera il Beach Soccer la sua naturale dimensione per l'intensità di cui è capace e la profonda concentrazione di cui necessita, suo vero punto di forza.
Balacco nasce arbitralmente a Molfetta nel ’95, dove ritornerà solo nel 2015, ma costruisce la sua carriera nella Sezione di Padova nella quale si trasferisce per motivi di studio. Arbitro a disposizione del CRA, sperimenta uno “scambio internazionale” con i colleghi norvegesi dirigendo, nel 2003 e 2004, gare della V, IV e III Divisione, con tanto di autorizzazione dell’AIA. Rientrato in Italia partecipa al primo corso di qualificazione per Beach Soccer, dirigendo nel 2012 la finale di Coppa Italia. Poliglotta e dinamico, ama vivere la dimensione familiare propria della CANBS e il Fair play che lo caratterizza.
Ad anticipare la Finale di Supercoppa due gare della serie B: Pol. Bragno – Rimini (6 a 4), diretta da Andrea Marton di Mestre (Arbitro 1), Fiammetta Susanna di Roma 2 (Arbitro 2), cronometrista Salvatore Di Mauro di Sesto San Giovanni; Bari – Ostia Timecity (7-6 d.t.r.) diretta da Alberto Spezzati di Padova (Arbitro 1), Filippo Pancrazi di Ragusa (Arbitro 2), cronometrista Fabio Organtini di Ascoli Piceno.

Nella foto anteprima la quaterna con la Supercoppa. In anteprima e nella prima foto: Luigi Balacco, Giuseppe Sicurella, Attilio Sannino, Giuseppe Ditto. Nelle altre foto: Sicurella; Sannino; Filippo Pancrazi, Alberto Spezzati, Fabio Organtini; Spezzati; Fiammetta Susanna, Andrea Marton e Salvatore Di Mauro; Marton.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente