Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Insieme per ricordare il giudice Paolo Borsellino

Giuseppe La Barbera - 22/07/2017, 15:36

CRA Sicilia
Sono passati 25 anni da quel 19 luglio 1992, ma la verità sulle stragi di mafia non è ancora oggi emersa del tutto. Per insistere nella sua ricerca e per non dimenticare, dal 13 al 19 luglio scorsi si sono svolti a Palermo una serie di incontri – dibattito, organizzati dal Sindacato Italiano appartenenti alla Polizia del capoluogo siciliano.
Il 17 si è disputata la partita del Cuore, durante la quale è stata presentata la maglietta della ricorrenza, valida per il III Torneo di calcio a 5 con le Agende Rosse, in piazza Magione a Palermo, appositamente strutturata per accogliere una gara di futsal.
Presenti all’evento il figlio e la sorella del magistrato, Manfredi Borsellino e Rita Borsellino. Il Presidente del Comitato Regionale della Sicilia, Michele Cavarretta, e il responsabile regionale del Futsal, Antonino Ignazzitto, sempre molto sensibili ai temi della legalità, hanno prontamente aderito all’iniziativa designando per l’incontro l’arbitro Fabio Graziano della Sezione di Palermo, che con grande professionalità ha diretto la gara, caratterizzata da massimo impegno, compostezza e correttezza dei partecipanti.
«La legalità, il rispetto delle regole e il vivere civile – hanno sottolineato Cavarretta e Ignazzitto – sono dei valori che gli arbitri siciliani portano avanti e mettono in pratica quotidianamente sia nei campi di calcio che nella vita di tutti i giorni».

Nelle foto i partecipanti al torneo e l’arbitro che riceve una targa ricordo

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente