Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il raduno playoff del Calcio a 5

Giovanni Aruta - 18/04/2017, 10:54

CRA Campania
Sicuramente è stato un finale di stagione emozionante quello campano, terminato con uno spareggio per decretare la promozione in Serie B, che si è disputato in un palazzetto gremito con oltre mille persone, e per la prima volta in diretta TV con la presenza anche del 3° arbitro. Dopo appena dodici ore i fischietti del Futsal campano si sono riuniti per affrontare al meglio le impegnative fasi finali dei playoff di tutte le categorie di Calcio a 5 dei campionati regionali. Di buon mattino trenta arbitri e tre osservatori, con la presenza anche del mentor Oreste Della Porta e dei tre talent, si sono incontrati nella bellissima sala riunioni della Sezione di Avellino.
Dopo il saluto del Presidente di Sezione, Saverio Zaccheria, che ha ringraziato il Presidente del CRA e i due componenti del Calcio a 5 per aver scelto per un raduno così importante la sua Sezione, hanno avuto inizio i lavori da parte del Presidente CRA, Virginio Quartuccio. «É stata una stagione molto impegnativa, – ha detto Quartuccio – che ha visto una valutazione finale positiva per tutto il movimento arbitrale regionale, in una disciplina che, grazie al prezioso lavoro di selezione e guida dei due componenti Giovanni Belcuore e Mario Rossi, sta ottenendo anche ottimi risultati a livello nazionale».
Subito dopo ci sono stati i consueti test tecnici, ormai presenti in tutti i raduni. In seguito i lavori sono proseguiti per tutta la mattina con una lezione incentrata sulle casistiche regolamentari peculiari delle gare a scontro diretto e sulla gestione della stessa. Per finire non poteva mancare qualche filmato, di gare della massima categoria regionale, dove sono stati discussi alcuni errori da evitare in questa fase delicata. A seguire momento conviviale e poi qualcuno subito in campo.
Molto soddisfatti i due componenti Belcuore e Rossi, che da prima hanno ringraziato il referente informatico Felice Milito, che contribuisce con la sua esperienza alla crescita dei giovani arbitri, e successivamente hanno detto che la maturità professionale degli arbitri avviene attraverso il confronto diretto con una realtà in rapida crescita e continua evoluzione. Hanno terminato i lavori con un sincero in bocca al lupo a tutti i colleghi impegnati nel finale di stagione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente