Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Rocchi e Malfer ai Mentor & Talent del Futsal: "Sfruttate occasioni come questa"

Federico Marchi - 18/02/2017, 20:20

48 talent, tra cui tre ragazze, e 20 Mentor del calcio a cinque si sono riuniti a Coverciano per il corso di formazione ed aggiornamento organizzato dal Settore Tecnico. In programma due giornate intense di riunioni e allenamenti sul terreno di giuoco. Un incontro interamente dedicato al Futsal dopo la positiva esperienza della prima sperimentazione nel 2016.
Ospiti d’eccezione sono stati due arbitri internazionali: Gianluca Rocchi (calcio a 11) e Alessandro Malfer (calcio a 5) che hanno portato la propria esperienza. “Sfruttate momenti come questo – ha detto Rocchi - Anche io ho avuto la fortuna di partecipare ad un progetto come il vostro che si chiamava “Arbitro 2000“. Nel mio percorso arbitrale la formazione che ho ricevuto in ogni categoria è stata determinante. Utilizzate quindi al meglio queste occasioni, il tempo che vi viene dedicato e la possibilità di trovarvi in una sede come Coverciano. Abituatevi a vedere il formatore come un amico sincero. Non nascondete a voi stessi gli errori che potete commettere, altrimenti li rifarete”.
“Organi Tecnici, osservatori e Mentor hanno un ruolo determinante per la crescita di ogni arbitro – ha esordito Alessandro Malfer - Bisogna avere l’umiltà di ascoltare sempre i consigli che vengono dati, oltre ad avere anche un alto livello di autocritica per capire gli errori che si commettono in una partita. La sintonia nel team arbitrale nel calcio a cinque è molto importante. Nel Futsal è infatti determinante avere lo stesso grado di giudizio tra i due arbitri in campo, altrimenti si rischia di creare confusione tra i calciatori”.
Infine qualche consiglio ai giovani colleghi. “L’arbitro di oggi deve capire di calcio – ha detto Rocchi - e questo vale ovviamente anche per il Futsal, cercate quindi di avere più informazioni possibili per limitare al massimo l’effetto sorpresa”. “Siate voi stessi con la vostra personalità senza cercare di imitare nessuno – ha concluso Malfer - In campo siate sempre spontanei e naturali”.
Nell’occasione il componente della CAN 5 Luca Marconi ha consegnato a Malfer il badge Fifa 2017.
A dare il benvenuto ai presenti, in apertura di raduno, erano stati il coordinatore del Settore Tecnico Marcello Marcato ed il Viceresponsabile Centro Duccio Baglioni che, portando i saluti del Responsabile Alfredo Trentalange impegnato in un evento Fifa, hanno ricordato i valori fondanti del Settore Tecnico: “Tecnica, Etica, Organizzazione e Umanizzazione”.
La giornata è proseguita con una serie di riunioni tecniche e di Match Analysis, con gare esaminate sotto il profilo tecnico e disciplinare. “Noi siamo qui per fare tecnica affinché voi apprendiate il più possibile per poi scendere sul terreno i giuoco sempre più pronti” ha detto il coordinatore del calcio a cinque nel Settore Tecnico Antonio Mazza.
“Questo è un progetto nato il 23 marzo 2006, in occasione del 30° congresso internazionale dell’Uefa, giorno in cui è stata approvata la Referee Convention – ha ricordato il Responsabile del Modulo Regolamento Enzo Meli -. L’obiettivo è quello di uniformare gli standard arbitrali, attraverso la formazione e l’organizzazione. In Italia il progetto Mentor & Talent è stato recepito nella Stagione Sportiva 2009/1010, inizialmente per il calcio a 11 e successivamente allargato nel 2013/2014 anche al Futsal”. Meli ha poi sottolineato l’importanza, anche nel proprio percorso arbitrale, di confrontarsi e condividere.
Ha quindi preso la parola Giovanni Cossu, componente del Modulo Perfezione e Valutazione, che si occupa della gestione dei referti dei Mentor sulle prestazioni dei Talent. Nel suo intervento ha illustrato la realtà attuale del progetto e la crescita registrata negli ultimi anni “Questa per voi è una grandissima opportunità sappiatela sfruttare”.
Sono seguiti alcuni approfondimenti, da parte dei vari componenti del Settore Tecnico presenti al raduno, su situazioni di giuoco del Futsal. In particolare il vantaggio è stato trattato da Domenico Guida e da Mauro Albertini, mentre l’approccio alla gara è stato affrontato da Salvatore Santomarco.
Durante il pomeriggio è iniziato un lavoro di gruppo con i video portati dalle varie delegazioni regionali. A turno, Mentor e Talent, hanno infatti mostrato una serie di filmati, relativi ai rispettivi Campionati regionali, che sono stati esaminati nelle positività e negatività individuate.
In serata, prima di una lezione tecnica di Luca Marconi, il viceresponsabile Nord del Settore Tecnico Guido Falca ha proposto un focus sulle visite sezionali in questa prima parte di Stagione Sportiva, mentre il vice responsabile Sud Francesco Milardi ha illustrato i dettagli dell’allenamento in programma la mattina seguente. La giornata si era aperta con una visita presso il Museo del Calcio di Coverciano, con una visita guidata del direttore Fino Fini che ha illustrato alcune curiosità relative ai cimeli esposti nelle varie sale.

Nella foto principale l'intervento di Rocchi e Malfer. Nelle altre foto alcuni momenti della prima giornata.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente