Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Più di 300 osservatori per l'OA DAY del calcio a cinque

14/02/2017, 22:08

Dopo la prima sperimentazione dello scorso anno, si è svolto sabato 11 febbraio l'OA DAY dedicato dal Settore Tecnico dell'AIA agli osservatori di calcio a cinque. Un appuntamento, effettuato in contemporanea in tutt'Italia, che rappresenta un'occasione importantissima in chiave formativa. "L'obiettivo dell'OA DAY è infatti quello di perseguire una crescita ed una formazione degli osservatori per tendere sempre di più ad un'uniformità nella valutazione della prestazione arbitrale - ha commentato il Responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange - Queste giornate, attraverso il confronto e la condivisione tra i partecipanti, rappresentano un investimento per la formazione di chi è settimanalmente impegnato nel visionare giovani arbitri, sia del calcio a 11 sia del Futsal, contribuendo alla loro maturazione e allo sviluppo del proprio percorso arbitrale. Un investimento che quindi avrà un sicuro ritorno in termini tecnici ed umani. Proprio per questo il progetto è stato allargato, a partire dalla scorsa Stagione Sportiva, anche al mondo del calcio a cinque".
All'evento hanno partecipato 195 osservatori dei vari Organi Tecnici Regionali o Provinciali ed altri 119 in forza alle Sezioni. Un totale di 314 osservatori che si sono riuniti in 15 concentramenti accompagnati dai componenti del Modulo Perfezionamento e Valutazione del Settore Tecnico e dei Mentor del calcio a cinque.
L'OA DAY si è aperto con una presentazione della giornata, seguita subito dalla visionatura di un filmato relativo ad una gara regionale disputata nel Nord Italia. Al termine della partita ogni osservatore ha indicato il voto da assegnare all'arbitro. I rappresentanti del Settore Tecnico hanno quindi proceduto con un'analisi della gara in base ai vari aspetti da affrontare nel rapporto, con un coinvolgimento dei presenti che hanno partecipato in maniera attiva.
"I risultati sono stati più che soddisfacenti - ha commentato Antonio Mazza, coordinatore del calcio a cinque nel Settore Tecnico -, il 75% degli osservatori ha infatti espresso il voto corretto da assegnare alla prestazione . Mancando episodi particolari non era facile valutare l'arbitro che andava visto nella sua globalità e soprattutto sotto l'aspetto del controllo e della gestione della gara. E' stata quindi molto importante l'uniformità ottenuta dalla grande maggioranza dei partecipanti, questo significa che da nord a sud e da est ad ovest si parla la stessa lingua. Anche l'ampia adesione al progetto ha sottolineato il valore formativo dell'OA DAY, ci sono regioni dove ha partecipato quasi il 100% degli osservatori in organico. In futuro lavoreremo anche nelle realtà dove si sono registrate alcune assenze per incrementare sempre di più il numero dei partecipanti. L'aver istituito lo scorso anno l'OA DAY anche per gli osservatori del calcio a cinque - ha concluso Mazza - è un grande riconoscimento dato dal Settore tecnico al movimento del Futsal che ora viaggia in parallelo con il calcio, non solo in questo progetto ma anche in quello relativo al Mentor & Talent. Da parte sua la componente del Futsal segue in tutto e per tutto il Settore Tecnico del calcio costituendo un'unica unità e condividendo ogni iniziativa con gli stessi intenti".
L'OA DAY, dopo gli appuntamenti regionali per il calcio a 11 ed il Futsal, proseguirà il 4 marzo con la giornata dedicata agli osservatori dei vari Organi Tecnici Sezionali.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente