Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Giro di boa per arbitri ed assistenti

Giorgio Ermanno Minafra - 09/01/2017, 16:35

CRA Lazio
E' partita il 4 gennaio fin dalle prime luci dell'alba la maratona di due giorni per far svolgere il consueto raduno di metà campionato ad assistenti ed arbitri appartenenti alle categorie di Eccellenza e Promozione a Norma (LT). Con loro anche moltissimi ragazzi appartenenti alla Prima Categoria, per i quali poi si bisserà il giorno 14 a Tivoli per un raduno specifico.
Per gli assistenti subito test atletici a cura del referente regionale Gianluca Perna, coadiuvato dall'assistente CAN PRO Antonio Santoro e da alcuni ragazzi della Sezione di Aprilia. Per loro agility (10-8-8-10) e ariet test, con tempistiche notevoli e strabilianti, in crescendo rispetto al raduno precampionato, frutto di un notevole lavoro nei poli sezionali che pian piano porta i risultati auspicati dalla Commissione. A seguire test regolamentari in aula, presso la struttura Hotel Villa del Cardinale, con il prezioso contributo del segretario Giuseppe Quaresima e del componente del settore tecnico Andrea Sorrentino. Prima del pranzo riunione-lampo con il Presidente Luca Palanca e il Vice Riccardo Tozzi sulle norme comportamentali da seguire prima, durante e dopo le gare, il rapporto con calciatori e dirigenti, infine collaborazione con il collega arbitro. Dopo pranzo lavori con i componenti Luigi Galliano e Fabrizio D'Agostini che hanno dapprima specificato le caratteristiche dell'ottimo assistente, aiutando chi da poco è stato inquadrato nel ruolo, per poi andare a visionare numerosissimi filmati, instaurando un dibattito proficuo, andando ad elevare il tasso tecnico. Lo scopo è approfondire diverse tematiche, quali il timing del fuorigioco e il cosiddetto wait and see, la cura dei particolari, le zone di competenza e aree di credibilità per migliorare il concetto di collaborazione con l'arbitro. Importante capire il metro del fischio dei falli di quest'ultimo per evitare ingerenze e difformità. Al termine un ringraziamento speciale al collega Paolo Minà di Latina, al suo ultimo raduno regionale per motivi anagrafici, salutato con un lunghissimo applauso dai suoi colleghi.
In contemporanea test atletici pomeridiani per gli arbitri delle due massime categorie regionali, ai quali si sono aggiunti moltissimi ragazzi della Prima Categoria. Anche per loro risultanze soddisfacenti con lo scatto sui 40 metri e lo Yo-Yo Test, segno di un percorso di crescita costante in questi anni anche dal punto di vista atletico. Lavori in aula poi con Palanca e Tozzi fino a tarda serata, continuando con le tematiche approfondite anche con gli assistenti, ai quali sono spessissimo intervenuti i componenti della Prima Categoria Marco Sacco e Simone Brotto e della Seconda Marco Alessandroni e Ivan Magnani.
La giornata seguente, quella del 5 gennaio, è proseguita con lezioni tecniche, andamento della stagione e disposizioni. Nel primo caso visionati molti filmati per accrescere il bagaglio regolamentare e uniformarsi con le direttive del Settore Tecnico, al fine di formare arbitri pronti per il salto nelle categorie nazionali. Molte le slides proiettate che tengono spunto dei report statistici di questa prima fase di stagione e necessari per prepararsi al meglio da domenica per l'ultima giornata prima del giro di boa.
Nella due giorni dei lavori presente l'intera Commissione e molti Presidenti di Sezione, sempre vicini ai loro ragazzi in un momento di crescita collettiva così importante.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente