Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Arbitri e forze dell’ordine uniti nel ricordo di Impieri

Albino Lumare - 09/01/2017, 08:26

Sezione di Crotone
Una cerimonia per tenere vivo il ricordo dell’osservatore arbitrale Massimo Impieri, agente scelto della Polizia Stradale, morto a soli 34 anni, durante il servizio, investito da un pirata della strada mentre tentava di soccorrere le vittime di un incidente stradale avvenuto il 7 luglio 2013, sulla Statale 107, la superstrada che collega Crotone con Cosenza.
La commemorazione si è svolta lo scorso 15 dicembre, presso una nota struttura sportiva di Crotone, alla presenza dei genitori e della sorella di Massimo, arrivati appositamente da Sapri, per assistere agli incontri in memoria del congiunto. Si è trattato, nel dettaglio, di un “quadrangolare” di Calcio tra le formazioni di “calciatori – arbitri” della Sezione di Crotone, agenti della Polizia Stradale di Crotone, Arma dei Carabinieri e Vigili Urbani di Crotone.
La manifestazione, giunta alla quarta edizione, ha visto sfidarsi la squadra degli arbitri, condotta dal Vicepresidente Francesco Livadoti, e quella dei Vigili Urbani capitanati da Dionigi Mano, che sono riusciti ad avere la meglio ai tiri di rigore, dopo aver dato origine ad una vera battaglia in campo a suon di gol, 2-2 per la cronaca. È stata poi la volta dei Carabinieri, guidati dal maresciallo Daniele Deceglie, contro la Polizia Stradale capitanata da Nicola Vissicchio, col poliziotto Carmine Anglani, fraterno amico di Massimo, a fare il tifo dagli spalti, che pur incitando i colleghi alla fine ha dovuto assistere, ovviamente con sportività, alla vittoria dei militari della Benemerita. La finalissima ha visto sfidarsi Vigili Urbani e Carabinieri; la gara ha visto prevalere nettamente i secondi, con il risultato che ha contato ben poco, poiché a vincere sono stati tutti i partecipanti, nella loro lodevole iniziativa in ricordo dell’associato dell’AIA prematuramente scomparso. Il clima di solidarietà e amicizia si è rispecchiato anche sul campo, dove si è giocato in un clima di totale fair play, senza ammonizioni e proteste.
A margine degli incontri non sono mancati i momenti di cordoglio. I genitori di Massimo hanno consegnato un omaggio alle squadre partecipanti in ricordo dell’evento, esprimendo gratitudine per l’affetto dimostrato, ringraziando la Sezione di Crotone del Presidente Natale Colella per la riuscitissima cerimonia. Il Memorial “Impieri” è puntualmente organizzato dalla Sezione crotonese in occasione delle festività natalizie, insieme ad eventi di solidarietà e di beneficienza che culminano con la consueta serata di gala “Un Fischio Un Ballo ed un Sorriso”, giunta alla seconda edizione, iniziativa in cui gli arbitri crotonesi e gli invitati, in occasione dei saluti di fine anno, cercano di regalare un sorriso ai meno fortunati. Nella passata edizione è stato devoluto in favore del reparto di Pediatria dell’ospedale di Crotone un bonifico di mille euro, mentre per questa edizione è al vaglio una importante iniziativa, in via di ultimazione, della quale presto seguiranno notizie.
Il Vicepresidente Livadoti ha espresso parole di conforto nei confronti dei familiari di Massimo ed ha aggiunto: «Grazie a tutti voi, che ogni anno ci onorate con la vostra presenza»”. Ha quindi consegnato loro una targa a ricordo. Il signor Impieri ha così replicato: «Per noi Massimo è sempre vivo, anche grazie a voi che puntualmente lo ricordate nelle vostre iniziative». Dopo le foto ed i ringraziamenti dei partecipanti, la famiglia Impieri, da sempre sensibile all’iniziativa degli arbitri crotonesi, ha consegnato nelle mani del Vicepresidente Livadoti un assegno con una cospicua cifra da devolvere in beneficienza.
I signori Impieri hanno preferito fare ritorno a casa, declinando l’invito dei fischietti crotonesi a presenziare alla serata di gala. Nell’occasione, prima del tradizionale discorso augurale di fine anno del Presidente Natale Colella, dopo il ricordo di Massimo e l’inno di Mameli si sono vissuti momenti intensi e ricchi di emozione. È seguita la premiazione, al culmine della quale le squadre si sono date appuntamento al prossimo anno.

In alto i vincitori del quadrangolare con i familiari di Massimo Impieri.
In gallery alcuni scatti nel corso delle partite, durante la premiazione e durante la serata di gala che ha concluso la cerimonia.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente