Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

130° Meeting I.F.A.B.

05/03/2016, 21:05

Ha avuto luogo sabato 5 marzo, a Cardiff in Galles, il 130° Annual General Meeting dell’IFAB (l’organismo internazionale preposto a discutere e decidere eventuali emendamenti alle Regole del Gioco del calcio), presieduto per l’occasione da David Griffiths, presidente della Federcalcio Gallese.
Nel corso dell'assemblea è stata approvata la revisione più completa delle Regole del Gioco mai intrapresa nella storia della IFAB. Il nuovo formato, che sarà più chiaro e conciso (con una riduzione di circa 10.000 vocaboli nella versione originale in inglese), scaturisce da un progetto durato 18 mesi e portato avanti da un Comitato Tecnico, guidato dall'ex arbitro internazionale David Elleray, con la consulenza di due gruppi di esperti, composti da allenatori, calciatori e dirigenti arbitrali provenienti da tutto il mondo.
L'obiettivo finale era quello di aumentare l'universalità delle Regole rendendole maggiormente comprensibili, in modo da poterne avere un’interpretazione e un'applicazione sempre più uniforme.
Le numerose modifiche, che in Italia entreranno in vigore dal 1° luglio e che riguardano la struttura, la terminologia, la stesura e la coerenza interna del testo, saranno descritte analiticamente nella consueta circolare che sarà pubblicata prima dell’inizio della prossima stagione sportiva.

L'IFAB fu fondata su iniziativa dalla Federazione Inglese, che con quella Gallese, Scozzese e Irlandese si incontrarono per la prima volta il 2 giugno 1886, per elaborare un regolamento uniforme in un momento in cui ogni nazione utilizzava regole diverse per il gioco del calcio. Dal 1913, l’IFAB assunse la composizione attuale con l’ingresso, quale membro, anche della FIFA, l'organo di governo del calcio mondiale fondato a Parigi nel 1904.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente